You Nothing – Lonely/Lovely - Postrock.it
loader image

You Nothing

Lonely/Lovely

 
You Nothing – Lonely/Lovely. Il progetto You Nothing da Verona fa il suo delizioso esordio sulla scena indipendente, con un disco carico d’emozione e di sonorità ricercate.

Il quartetto molto giovane spazia il suo sound in composizioni fresche e delicate che oscillano tra lo shoegaze, per poi passare a passaggi malinconici vicini al dream pop e riff taglienti verso il post punk d’avanguardia. Ritagliando un grande impatto sulla scena underground del momento.

Nel loro mondo sospeso le tematiche affrontate sono molto estese, per un viaggio alla scoperta di paesaggi nuovi e nascosti che toccano esperienze personali.

Soprattutto evocate dalla cantante Gioia nel suo percorso interessante come musicista. Il disco che ne viene fuori dal titolo Lonely/Lovely prodotto per tre diverse etichette di spessore (Floppy Dischi,Non ti Seguo Records e Dotto). Sposta gli equilibri in qualcosa di maturo e di grande fattura, nei primi singoli “Waves”,”Reflectie” e “Gazers” ascoltiamo da subito le ottime intenzioni della band con idee molto chiare. Il risultato è una perla da tenere d’occhio godibile e originale.

Ma andiamo in ordine con l’apertura veloce e spedita di “Identity”. Il riff portante della chitarra sprigiona una carica invidiabile e si incastra alla linea vocale incantevole. Un brano energico in perfetto stile indie/post punk che sul bridge finale esplode con un tiro corposo fino alla chiusura preziosa. Segue uno dei primi singoli “Reflectie” e il suo timbro sensibile che si culla dolcemente sull’arpeggio meticoloso per poi prendere il giusto ritmo su arcobaleni infiniti di un cielo stellato, verso il passaggio finale si accelera di poco la struttura.

Con l’altro singolo incandescente “Waves” si torna in modo impeccabile sulle sonorità sporche e taglienti, seguendo sempre la giusta atmosfera leggera e spensierata.

Qui il testo scorre in maniera perfetta come a voler raccontare giornate vissute sulle onde del passato. Proseguiamo il percorso per immergerci nell’adrenalina di “H.Y.E” e il basso ipnotico che con la sua distorsione macchinosa  ci porta alle influenze di band devastanti come Buzzcocks e i recenti Fontaines DC. Il brano si innalza nell’aria in modo eccellente, per un vortice di vibrazioni incredibili.

Su “Sonder” invece ci avviciniamo a sonorità più new wave con la qualità vocale sempre all’altezza, per un ambiente che si fa sempre più caldo tendendo al pop classico. Il ritornello orecchiabile si immerge nei cambi sfrenati della fase ritmica fino a chiudersi nel silenzio. La carica danzante torna in modo deciso sul riff ruvido di “Problems” per una traccia semplice con uno studio approfondito nei vari cambi che si agitano all’interno di una festa rumorosa. Verso la chiusura ci soffermiamo sulla drum machine interessante di “Closer” qui il paradiso sognante della band si abbandona nel paesaggio incantato su uno stile anni 80 da pelle d’oca. Infine chiudiamo con “Gazers” uno degli ultimi singoli incendiari, le chitarre tornano a livelli pazzeschi per spostare lo schema in una composizione stupenda e ben realizzata.

La band You Nothing si presenta al mondo con un disco importante, dove i vari passaggi si colorano d’immenso creando un lavoro nuovo da ascoltare con grande attenzione. Speriamo di vero cuore che tutto questo sia solo l’inizio di una carriera luminosa.

 

VOTO 7

 

 

You Nothing – Lonely/Lovely(2021)

 

– Floppy Dischi,Non ti Seguo Records,Dotto –

 

Mixed and Recorded by Michele Zamboni

 

 

 You Nothing are:

 

Gioia Podestà: vocals

Federico Costanzi: guitars

Giulia Cinquetti: bass

Nicola Poiana: drums

 

 

Link:

https://www.facebook.com/younothingband

 

 

Simone – Postrock.it