MOONOISES - CHASM - Postrock.it
loader image

MOONOISES

CHASM
Moonoises – Chasm. Un singolo scuro, psichedelico, riflessivo, che si presenta fin da subito in tutta la sua originalità (con un demo in audiocassetta) e ci conquista per la sua validità. 
Dalla provincia di Brindisi un urlo squarcia la notte. Chasm è un singolo che non chiede il permesso ed esplode potente nelle casse dello stereo.

2019. James Lamarina (chitarra) e Marco Locorotondo (basso), dopo aver chiuso un capitolo con il loro ex progetto Fading Rain, si lanciano in questa nuovissima esperienza. Ecco quindi che entrano in scena Fabio De Iaco (batteria) e Tony Gianfreda (voce) per dare vita a qualcosa di nuovo e mai visto prima.

Moonoises è un progetto interessante. L’affiatamento tra i componenti della band è chiaro fin dal primo secondo, un fattore al giorno d’oggi sempre più trascurato ma essenziale per trasmettere qualcosa di unico al pubblico.

I ragazzi si presentano fin da subito dichiarando di essere una voce fuori dal coro: il loro singolo, infatti, è registrato su audiocassetta. Il fatto che siano controcorrente diventa palese nel momento in cui accendiamo lo stereo e iniziamo ad ascoltare.

I quattro ragazzi non cercano di stupire con capriole o petardi, ma si uniscono per creare una pasta sonora piena e corposa, che si forma e si autoalimenta. 

Due brani, uno per ciascun lato dell’audiocasetta. Ma questo è il classico caso in cui “etichettare” non è facile, anzi diventa quasi scomodo, e noi smettiamo di guardare ai nomi delle tracce, e ascoltiamo questo singolo come se fosse un unico grande brano. 

Il progetto ci convince, con le sue tonalità dark wave, con il suo sapore post punk, con le sue chitarre reverberate.

Ci piace la voce un pò Black Sabbath e un pò Pink Floyd, ci cattura fin da subito il basso martellante e sinuoso, e il tocco finale lo da la batteria, psichedelica e raffinata.

La loro proposta musicale comprende diverse influenze, accostabili soprattutto ai movimenti alter- nativi degli anni 80 e 90: dal post-rock allo shoegaze, passando per la new wave, il noise rock, sfuma- ture slowcore e certo blackgaze salito alla ribalta a metà degli anni 2000.

Se vi piacciono le tonalità originali, se siete stufi di ascoltare la solita musica, vi do un consiglio: immergetevi nelle sonorità dei Moonoises e ne uscirete completamente rigenerati.

VOTO: 8,5

LINK:

 
 

Paul – Postrock.it