LongBlond - Lento is Dead - Postrock.it
loader image

Longblond

Lento Is Dead

Lento is Dead è l’EP d’esordio dei Longblond, un 6 tracce di electro-rock e sperimentazione da assaporare tutto d’un fiato.

Questo assurdo duo padovano, che si nasconde dietro occhialoni giganti da snowboard, è formato da Max Doink (chitarra e seconda voce) e R.D. (batteria, voce ed elettronica) e si immette nel canalone nel panorama alternative con un EP potentissimo e poliedrico, arricchito da contaminazioni che vanno dal rock all’elettronica, dal funky all’ hip-hop.

Il loro sound, dal sapore estremamente internazionale, non è l’unica cosa che colpisce nell’immediato; l’attenzione ricade subito sulla tracklist e sull’uso di una sorta di “spanglish” nella stesura dei loro testi, ovvero un mix linguistico di spagnolo e inglese, che rende tutto così speciale.

Per rendere il loro esordio più dinamico e vario, la band ci regala quattro tracce cantate e una quinta totalmente strumentale. Il brano di chiusura invece fa da bonus track (o outro) e raccoglie frasi dal resto delle canzoni, mantenendole in sottofondo.

Analizziamo quindi “Lento is Dead” traccia per traccia.

DARK CITIES, brano che fa da apripista, ci dichiara immediatamente l’intenzione di questo EP. La chitarra possente e la ritmica incessante creano un’atmosfera al limite del dark, spingendo il brano verso un rock dalle tinte new-wave. L’immagine che si materializza nella nostra mente è quella delle grandi città, tetre e oscure, ritratte vuote, grigie e spente, prive di fascino e attrattive, come delle inutili TV. Dopo aver ascoltato Dark Cities è impossibile non aver voglia di andare avanti.

UNDERSTAND NADA è il primo titolo “spanglish”; è un brano dedicato agli ignavi, a tutte quelle persone che non hanno opinioni proprie e che non prendono mai posizione.

La voce è la colonna portante di tutto il pezzo, forse il più bello di tutto l’EP. Un potente mantra che rimane impresso nella mente.


ROCK’N’ROLL SERVICE è una scarica di adrenalina. Questo brano è una spassionata dichiarazione d’amore alla musica, alla sua capacità d’espressione, al bisogno di alzare il volume al massimo. Non a caso è la traccia più Rock’n’Roll di tutto l’EP.

LENTO IS DEAD, la title track, è un pezzo praticamente metal. Dopo la boccata d’aria di Rock’n’Roll Service, il duo ritorna ad un’ambientazione più oscura e musicalmente massiccia, per poi sconvolgere l’ascoltatore con una sorta di hip-hop, con parti rappate e scratchate. Il ‘Lento’ a cui fanno riferimento è definibile come uno stile di vita vecchio, andato, ormai superato dalla contemporaneità, dalla velocità dei tempi moderni. ‘Lento’ è usato anche per intendere le classiche “ballad”, eterne forse una volta, ma anch’esse ormai superate e passate di moda. Detto in parole povere: SPAZIO AL NUOVO!

BAD FIESTOS è un brano strumentale, nato appositamente per creare un taglio netto con tutte le tracce precedenti.

La parte “sperimentale” del duo si concretizza attraverso atmosfere eterogenee: da una parte c’è il romanticismo, delineato dai fiati, dall’altra l’aggressività data dalla distorsione.

RIO FANTASMA è la traccia che chiude questo EP. Ci immergiamo in un brano completamente elettronico, che presenta un giro di chitarra in loop e parti di batteria elettronica che cambiano durante tutta la durata del pezzo. Suoni particolari ed effetti aggiuntivi arricchiscono questo brano, facendo da cornice ad un tappeto vocale in cui vengono inserite frasi estratte dai brani precedenti.

La parola d’ordine per definire Lento is Dead (per quanto si possano dare delle definizioni in questo caso) non può che essere “eclettico”.

I Longblond suonano un rock pesante e frenetico, a tratti aggressivo, fatto di chitarre e synth che si sposano perfettamente e conducono l’ascoltatore in questa sorta di viaggio distopico. Ritmi accelerati, muri di fuzz, loop elettronici, scratch improvvisi, sono tutte caratteristiche che regalano spessore e particolarità ad un progetto che quasi quasi ci fa dimenticare che ci troviamo di fronte ad un duo.

Voto 7


Longblond – Lento is Dead / 2020 [Autoprodotto]
Registrato e mixato @Lignum Lab Recording di Villa del Conte (PD) da Massimo Berti (Ceo Mass)
Pubblicato il 30 Novembre 2020
Formato digitale e Cd
Special guests: Ceo Mass ai cori; Dj Einstein: parti originali di scratch

 

VIDEO

“Dark Cities” https://www.youtube.com/watch?v=yAEYSVBciRQ

“Rock’n’Roll Service” https://www.youtube.com/watch?v=uuIZdAkknMQ

 

SOCIAL

Facebook https://www.facebook.com/longblondband

Instagram https://instagram.com/longblondband

Bandcamp https://longblond.bandcamp.com/releases

Youtube Channel

https://www.youtube.com/channel/UC0MsjD4f0U-0Vo5VKT13Pnw

Uffico Stampa: EDP [email protected]

 

Giorgia – Postrock.it